top of page

Dolori al seno: cause, sintomi, rimedi


dolore al seno, cause, gulizia, ecografie pavia

I dolori al seno sono dei fastidi con cui ogni donna è abituata a convivere di tanto in tanto e che di solito non devono preoccupare più del necessario. Nella maggior parte dei casi, infatti, i dolori al seno – o mastodinia – sono la diretta conseguenza di altri problemi che tendono a risolversi da sé (uno fra tutti i dolori premestruali e mestruali) e quindi dovrebbero sparire nel giro di pochi giorni.

Le possibili cause

cause mastalgia, pavia

Una delle cause principali che scatenano i dolori al seno è legata al ciclo mestruale e agli sbalzi ormonali da esso provocati.

Avvertire il seno un po’ più teso del solito e dolorante, in concomitanza con l’arrivo delle mestruazioni o durante di esse, è del tutto normale ed in generale è un fenomeno che non dovrebbe destare troppe preoccupazioni.

I dolori al seno possono essere avvertiti anche quando si instaura una gravidanza: i sintomi sono molto simili a quelli che compaiono nel corso della sindrome premestruale.

Il fastidio può essere altresì avvertito quando si allatta. L’allattamento può infatti causare da un moderato ingorgo mammario fino a condizioni cliniche più importanti come la mastite (un’infiammazione necessitante di immediato trattamento antibiotico).

In alcuni casi i dolori al seno possono invece essere provocati dalla presenza di noduli, i fibroadenomi, particolarmente voluminosi, oppure cisti che si infiammano. In questo caso sarebbe bene rivolgersi ad un medico, per effettuare una semplice ecografia che è in grado di identificare la presenza del nodulo, differenziare una cisti, che è una raccolta liquida, da una massa solida e su questi ultima di capire se è benigna o maligna nonchè, laddove l'esame venga eseguito da uno Specialista in Senologia, come trattarle,

Il più delle volte non sarà necessario l'agoaspirato che tuttavia può rendere più conclusiva la classificazione tranquillizzante del nodulo nonchè, nel caso delle cisti, esser di aiuto a ridurne la tensione dolorosa, aspirandone il contenuto liquido.

In linea di massima, i tumori maligni del seno non determinano alcuna sintomatologia, ma ovviamente le loro dimensioni e condizioni complicanti consensuali, sovrainfezioni, possono cambiare le carte in tavola.

Il fastidio che si avverte al seno può essere causato anche dal reggiseno, perché troppo stretto, per colpa del ferretto o perché il modello indossato poco si addice alla conformazione del proprio seno.

I dolori al seno possono infine essere causati da fattori extramammari, come gli sforzi fisici eccessivi o metatraumatici, anche da sport (ad esempio se si eccede con gli addominali oppure con altri esercizi in cui viene interessata la parte anteriore del torace) che interessino i pettorali.

La sindrome di Tietze è una infrequente infiammazione della cartilagine (osteocondrite) delle coste e può per sede esser confusa con una sindrome dolorosa del seno. Come eventuali pertinenze cardiologiche (l'angina pectoris)

Si consiglia, in ogni caso, qualora i dolori dovessero essere persistenti, di rivolgersi ad un medico, affinché possa accertare che tutto sia a posto e non ci si debba preoccupare.

I rimedi per combattere i dolori al seno, in base alla causa che li determina, possono essere:

  • Cambiare reggiseno e trovare un altro modello che possa essere più comodo e adattarsi meglio alla conformazione del proprio seno;

  • Se il fastidio è provocato da un’infiammazione (mastite oppure cisti infiammate), il medico potrebbe prescrivere degli antinfiammatori e/o degli antibiotici, ovvero aspirare il contenuto della cisti;

  • Se si segue una terapia ormonale per la menopausa oppure si prende la pillola anticoncezionale e si hanno fastidi al seno, il medico potrebbe decidere di modificare le dosi oppure di cambiare farmaco;

  • Quando si avverte del fastidio alle mammelle si possono praticare anche degli impacchi caldi oppure freddi direttamente sul seno. Questi ultimi aiutano ad alleviare il dolore;

  • Infine, in caso di dolori al seno, si possono eseguire degli esercizi di rilassamento oppure praticare dei massaggi sulle mammelle.

9.011 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page